Come comportarsi dopo l’inserimento di un impianto

Per i nostri pazienti:

Lei ha scelto una protesi dentaria su impianto. È stato informato sul procedimento, durata e rischi dell’intervento. Adesso vogliamo farle ricordare le informazioni più importanti.

Il suo caso richiede l’inserimento di una radice sintetica ovvero un impianto. Gli impianti sono fatti di un materiale che è molto bene tollerato, perlopiù titanio. Lei deve conoscere i fattori di rischio e le conseguenze tipiche dell’intervento, per poter dare il suo consenso all’intervento.

Requisiti e procedimento

Ottima igiene orale è un requisito necessario per ricevere un impianto.
Il rischio dell’insuccesso è più alto per i fumatori. Nella fase di pianificazione si fanno tutti i controlli, a volte può essere necessario usare il tessuto osseo e altri materiali per migliorare il sostegno osseo.
L’intervento viene effettuato in anestesia locale, in caso di un intervento più esteso e su richiesta possiamo sottoporre il paziente alla narcosi insieme a un anestesista. L’osso viene scoperto mediante un piccolo taglio nella mucosa, con un trapano si prepara il posto per l’impianto, si inserisce l’impianto e la mucosa viene ricucita. Dopo 3-6 mesi si può procedere con la preparazione della protesi.

Come comportarsi dopo l’inserimento di un impianto

Non si deve fare pressione sul impianto durante la guarigione. Dopo l’operazione pulire la ferita e i tessuti circostanti con un collutorio, in ogni caso evitare di fumare. Raffreddare la guancia e la parte sottoposta all’operazione, prestare attenzione all’igiene orale, seguire le istruzioni del medico e presentarsi per le visite di controllo.

Le possibili complicazioni

I rischi generali: Dolori e un leggero gonfiore, eventualmente sanguinamento dopo l’intervento.
Il paziente può contrastare questi effetti usando una fasciatura compressiva oppure con altri procedimenti nello studio dentistico. Prendere i farmaci prescritti seguendo le istruzioni.
Rischi particolari: L’impianto può allentarsi a causa di una pressione incorretta oppure essere respinto dal corpo, in questi casi deve essere rimosso. È possibile provare di inserire un nuovo impianto dopo un certo tempo. Le infiammazioni, disturbi di cicatrizzazione della ferita, lesioni dei denti vicini e dei nervi sono possibili anche se l’intervento viene eseguito con molta cura. Solo poche volte avvengono disturbi di identificazione di sapori e la sensazione di intorpidimento della parte dove è stato effettuato l’intervento.
Il nostro staff è a sua disposizione per ulteriori domande.

Non esiti a contattarci.
Le auguriamo il successo e buon risultato dell’intervento e pronta guarigione.